dcsimg
false
Toolbox

Le bonifiche e la tutela del paesaggio

2010 2011 2012
Rifiuti da attività di bonifica da smaltire o recuperare/riciclare (ton) 11.020.439 13.869.509 16.294.882
- di cui pericolosi 3.032.213 5.416.581 9.170.637
- di cui non pericolosi 7.988.226 8.452.928 7.124.245
Spese e investimenti bonifiche suolo e falda (a) (€ migliaia) 296.655 336.525 197.468
- di cui spese correnti 257.749 271.582 182.112
- di cui investimenti 38.906 64.943 15.356

(a) Il dato è parte delle spese e investimenti ambientali riportati nel prospetto “Il sistema di gestione ambientale”.

Le attività di bonifica in Italia sono realizzate principalmente attraverso Syndial, società dedicata alla bonifica dei siti contaminati dismessi (47% delle spese nel 2012), seguita da R&M (32%) e dal comparto della chimica con il 12%.

La spesa complessiva per le bonifiche (circa €200 milioni) quest’anno è nettamente diminuita rispetto ai due anni precedenti (intorno a €300 milioni); la flessione è ascrivibile ai ritardi nella concessione di alcune autorizzazioni preliminari da parte delle Pubblica Amministrazione che ha impattato sostanzialmente sulle attività di Syndial, mentre la raffinazione e la chimica hanno conservato i propri livelli di spesa.

Ne consegue che anche nel 2012 il processo di risanamento ambientale si è concretizzato nella maintenance, per Syndial, Versalis ed R&M, dei risanamenti in corso nei maggiori siti italiani (Gela, Priolo, Assemini, Porto Marghera, ecc.) senza un decisivo apporto dei nuovi progetti approvati.

Le attività di maintenance, soprattutto delle barriere idrauliche, hanno portato alla produzione di circa 10,1 milioni di tonnellate di rifiuti, evidenziando una lieve controtendenza rispetto al trend in leggero aumento degli anni precedenti.

è concluso in Syndial il progetto Green Remediation, con l’implementazione del software “Sustainable Assessment Framework” nel contesto strategico di Porto Torres, al fine di rendere compatibili le scelte operative con il quadro di riferimento ambientale, sociale ed economico complesso.

Lo strumento sarà utilizzato in futuro per favorire l’implementazione della sostenibilità nel management dei siti contaminati.

Anche nel settore R&M è proseguito il percorso di sostenibilità con progettazione, installazione ed esecuzione di tecnologie a basso impatto quali “Ground Water Circulation Well”, “Thermopile” applicati in alcuni Punti Vendita (Voghera) e il processo COR (autorizzato presso il deposito di Petra - Ravenna) che potenzia la degradazione delle sostanze organiche.

L’attenzione Eni alla bonifica sostenibile si è consolidata assumendo parte attiva all’interno del progetto Sustainable Remediation Forum (SuRF) Italy sulla scorta delle esperienze internazionali di SuRF UK e US.

Le attività di bonifica all’estero sono condotte principalmente dalla Divisione E&P; in particolare in Nigeria è proseguita l’attività di caratterizzazione e bonifica dei siti contaminati da oil spill e contestualmente è stato progettato un test pilota di applicazione della thermal desorption nell’area di Ob-Ob come approccio alternativo alla metodologia di bonifica RENA ( Remediation by Enhanced Natural Attenuation).

Sono anche stati avviati in E&P progetti di ricerca orientati alla prevenzione dei rischi dovuti sia agli sversamenti di olio (“oil spill”) sia all’ intrusione in aree operative e sono relativi al “Monitoraggio Remoto” delle pipeline e all’“Anti-intrusion innovative technologies deployment”.

Torna Su

Eni S.p.a. - Sede legale
Piazzale Enrico Mattei, 1
00144 Roma

Sedi secondarie
Via Emilia, 1
e Piazza Ezio Vanoni, 1
20097 - San Donato Milanese (MI)

Partita IVA
n. 00905811006

Capitale sociale
€ 4.005.358.876,00 i.v.

C. F. e Registro Imprese di Roma
n. 00484960588

Missione
Siamo un’impresa integrata nell’energia, impegnata a crescere nell’attivita di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. Tutti gli uomini e le donne di eni hanno una passione per le sfide, il miglioramento continuo, l’eccellenza e attribuiscono un valore fondamentale alla persona, all’ambiente e all’integrità.