dcsimg
false
Toolbox

Commento ai risultati economico-finanziari di ENI SpA

Operazioni straordinarie

Nel 2012 sono state effettuate le seguenti operazioni straordinarie:

  • fusioni di Agosta Srl, Eni Gas & Power Belgium SpA, Eni Hellas SpA, Toscana Energia Clienti SpA; l’efficacia degli atti di fusione è avvenuta a decorrere dal 1° novembre 2012. Gli effetti contabili e fiscali delle operazioni decorrono dal 1° gennaio 2012 1;
  • cessione del ramo d’azienda “Gestione amministrativa credito retail Gas & Power” a Eni Adfin SpA. L’atto di cessione è stato stipulato in data 20 dicembre 2011, con efficacia dal 1° gennaio 2012;
  • cessione del ramo d’azienda “Coordinamento Servizi Amministrativi” da Toscana Energia Clienti SpA (fusa per incorporazione in Eni SpA) a Eni Adfin SpA. L’atto di cessione è stato stipulato in data 29 maggio 2012, con efficacia dal 1° giugno 2012;
  • acquisizione del ramo d’azienda costituito da 8 punti vendita da Eni Rete oil&nonoil SpA. L’atto di acquisizione è stato stipulato in data 3 agosto 2012, con efficacia dal 1°settembre 2012;
  • cessione di ramo d’azienda a Petra SpA costituito da un’area sita nel Comune di Ravenna e costituita da terreno, serbatoi e oleodotti. L’atto di cessione è stato stipulato in data 30 maggio 2012, con efficacia dal giorno stesso della sottoscrizione.

In conformità alle disposizioni del principio contabile internazionale IFRS 5, i proventi da rivalutazione e da cessione relativi alla partecipazione nella Snam SpA e i dividendi percepiti dalla stessa sono stati rappresentati nel 2012 come “discontinued operations” in relazione alla cessione del controllo così come previsto dalla Legge n. 27/2012 sulle liberalizzazioni. Gli esercizi di confronto sono stati coerentemente riclassificati.

 

Conto economico

2010 (€ milioni) 2011 2011 2012 Var. ass. vs
Riesposto Riesposto
35.251 Ricavi della gestione caratteristica 45.492 45.603 51.197 5.594
273 Altri ricavi e proventi 278 283 267 (16)
(34.168) Costi operativi (44.902) (45.016) (51.219) (6.203)
270 di cui (oneri) proventi non ricorrenti
4 Altri proventi e oneri operativi 115 115 (173) (288)
(923) Ammortamenti e svalutazioni (1.277) (1.278) (1.126) 152
437 Utile operativo (294) (293) (1.054) (761)
(122) Proventi (oneri) finanziari netti (256) (255) (711) (456)
5.511 Proventi netti su partecipazioni 4.339 4.338 8.666 4.328
(24) di cui (oneri) proventi non ricorrenti
5.826 Utile prima delle imposte 3.789 3.790 6.901 3.111
(71) Imposte sul reddito (17) (19) (694) (675)
5.755 Utile netto del periodo - continuing operations 3.772 3.771 6.207 2.436
424 Utile netto del periodo - discontinued operations 441 441 2.871 2.430
6.179 Utile netto 4.213 4.212 9.078 4.866

Utile netto

Nel 2012 l’utile netto di €9.078 milioni è relativo a continuing operations per €6.207 milioni e a discontinued operations per €2.871 milioni. L’utile netto delle continuing operations è aumentato di €2.436 milioni per effetto essenzialmente dei maggiori proventi netti su partecipazioni, relativi: (i) alla cessione del 28,57% del capitale sociale di Eni East Africa SpA alla Società Ionica SpA interamente controllata; (ii) alla cessione del 9% del capitale di Galp Energia SGPS SA che ha determinato il venir meno del rapporto di collegamento con la conseguente rivalutazione della partecipazione residua al valore di mercato della data del 20 luglio; (iii) ai maggiori dividendi percepiti. Tali effetti positivi sono stati in parte compensati dalla flessione del risultato operativo essenzialmente dovuto alla Divisione Gas & Power e alla Divisione Refining & Marketing e dalle maggiori imposte sul reddito. Le discontinued operations di €2.871 milioni riguardano essenzialmente la plusvalenza sulla cessione della quota di controllo di Snam SpA a Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e la rivalutazione ai valori di mercato rilevata alla data di cessione del controllo avvenuta il 15 ottobre 2012.

 

  1. Al fine di consentire il raffronto con l’esercizio precedente e in applicazione dell’OPI 2, sono stati riesposti gli schemi riclassificati di stato patrimoniale e di conto economico 2011 che assumono l’efficacia delle incorporazioni al 1° gennaio 2011; conseguentemente sono stati eliminati i rapporti tra Eni SpA e le società e tra le società stesse. Per effetto dell’operazione sopra descritta e in coerenza con le attività svolte dalla Società, nella segment information gli elementi patrimoniali ed economici rivenienti dalla fusione di Agosta Srl sono attribuiti alla Divisione Exploration & Production, quelli rivenienti dalla fusione di Eni Gas & Power Belgium SpA, Eni Hellas SpA, Toscana Energia Clienti SpA sono attribuiti alla Divisione Gas & Power.

Torna Su

Eni S.p.a. - Sede legale
Piazzale Enrico Mattei, 1
00144 Roma

Sedi secondarie
Via Emilia, 1
e Piazza Ezio Vanoni, 1
20097 - San Donato Milanese (MI)

Partita IVA
n. 00905811006

Capitale sociale
€ 4.005.358.876,00 i.v.

C. F. e Registro Imprese di Roma
n. 00484960588

Missione
Siamo un’impresa integrata nell’energia, impegnata a crescere nell’attivita di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. Tutti gli uomini e le donne di eni hanno una passione per le sfide, il miglioramento continuo, l’eccellenza e attribuiscono un valore fondamentale alla persona, all’ambiente e all’integrità.