dcsimg
false
Toolbox

Aree di attività

Engineering & Construction Offshore

Nel 2012 i ricavi ammontano a €5.207milioni in aumento del 5,5% rispetto al 2011 a seguito della maggiore attività in Medio ed Estremo Oriente.

Gli ordini acquisiti dell’anno sono pari a €7.477 milioni (€6.131 milioni nel 2011). Tra le principali acquisizioni si segnalano: (i) il contratto EPCI per conto di INPEX per l’istallazione di una condotta sottomarina della lunghezza di 889 chilometri per il collegamento del giacimento offshore di Ichthys con l’impianto di trattamento a terra situato nei pressi di Darwin in Australia. L’impianto avrà la capacità produttiva di 8,4 milioni di tonnellate di GNL e 1,6 milioni di tonnellate di GPL per anno, oltre a circa 100.000 barili di condensati al giorno nella fase di picco; (ii) il contratto EPCI per conto di Lukoil per la costruzione di due condotte sottomarine di esportazione che collegheranno il blocco offshore di Vladimir Filanovsky, nella parte settentrionale del mar del Caspio, alle valvole di chiusura a terra, situate tra i 10 e 20 chilometri dalla costa, nella Repubblica Russa di Kalmyk. Le attività a mare saranno eseguite principalmente dal pontone posatubi Castoro 12 e dal mezzo di trenching Castoro 16.

Nel corso del 2012 è proseguito l’impegno di Saipem nello sviluppo di tecnologie all’avanguardia finalizzate allo svolgimento di attività in acque profonde e ultra profonde, alla progettazione degli impianti galleggianti di liquefazione, allo sviluppo di nuovi metodi per l’installazione e interro di condotte sottomarine in condizioni estreme. In particolare le attività hanno riguardato: (i) la progettazione di un sistema di trasferimento del gas naturale liquefatto tra due unità di Floating LNG; (ii) la progettazione e lo sviluppo di soluzioni sottomarine per la separazione gas/liquido o liquido/liquido, e il trattamento dell’acqua di produzione e di mare; (iii) la ricerca su materiali innovativi per le condotte e l’adattamento dei metodi di installazione a tali condotte; (iv) studi su tecnologie di riscaldamento delle condotte; (v) studi su tecnologie di monitoraggio delle condotte durante l’installazione, nonché dei metodi di riparazione e di risposta d’emergenza.

Inoltre è proseguito durante l’anno lo sviluppo di tecniche per il monitoraggio e la riduzione dell’impatto ambientale durante le operazioni di installazione, nonché lo sviluppo delle energie rinnovabili sia onshore che offshore.

Engineering & Construction Onshore

Nel 2012 i ricavi ammontano a €5.745 milioni in aumento del 3,9% rispetto al 2011 a seguito della maggiore attività in Medio Oriente e America del Nord.

Gli ordini acquisiti dell’anno sono pari a €3.972 milioni (€5.006 milioni nel 2011), in riduzione per effetto principalmente della cancellazione nel terzo trimestre 2012 del contratto Jurassic. Tra le principali acquisizioni si segnalano: (i) il contratto chiavi in mano per conto di Shell relativo al progetto SSAGS (Southern Swamp Associated Gas) inerente la realizzazione di quattro impianti di compressione e di nuove strutture di produzione per il trattamento del gas raccolto, presso diverse località situate nello stato del Delta, in Nigeria; (ii) Il contratto EPC per conto di Saudi Aramco e Sumitomo Chemical per il Naphtha and Aromatics Package (RP 2) del Progetto Rabigh II, che prevede l’espansione del complesso integrato di impianti petrolchimici e di raffinazione della città di Rabigh situato sulla costa occidentale dell’Arabia Saudita. La suddetta espansione consentirà di trattare ulteriori 30 milioni di piedi cubi standard di etano al giorno e 3 milioni di tonnellate di nafta all’anno rispetto alla capacità produttiva originaria di 20 milioni di tonnellate all’anno di petrolio.

L’attività di ricerca e sviluppo finalizzata al miglioramento di tecnologie di processo proprietarie e all’ampliamento del portafoglio dei servizi ambientali, ha riguardato: (i) lo studio sul miglioramento della compatibilità ambientale della tecnologia proprietaria per la produzione di Urea; (ii) lo sviluppo di nuove tecnologie che consentano la riduzione dei costi di cattura della CO2; (iii) l’applicazione di una metodologia di Life Cycle Assessment all’analisi dell’impatto ambientale su un progetto in Congo.

Perforazioni mare

Nel 2012 i ricavi ammontano a €1.089 milioni in aumento del 30,6% rispetto al 2011. I ricavi relativi all’utilizzo delle piattaforme sommergibili Scarabeo 8 e Scarabeo 9, entrati in esercizio nel 2012, sono stati parzialmente compensati dalle fermate per upgrading delle piattaforme semisommergibili Scarabeo 3 e Scarabeo 6.

Gli ordini acquisiti dell’anno sono pari a €1.025 milioni (€780 milioni nel 2011). Tra le principali acquisizioni si segnalano: (i) l’estensione per quindici mesi del contratto del mezzo di perforazione semisommergibile Scarabeo 7 che opererà in acque indonesiane; (ii) l’estensione per ventiquattro mesi del contratto di utilizzo del jack up Perro Negro 8 che opererà al largo delle coste italiane.

Perforazioni terra

Nel 2012 i ricavi ammontano a €730 milioni in lieve aumento rispetto al 2011.

Gli ordini acquisiti dell’anno sono pari a €917 milioni (€588 milioni nel 2011). Tra le principali acquisizioni si segnalano: (i) il contratto per il noleggio alla società Saudi Aramco di quindici impianti con una durata da tre a cinque anni, in Arabia Saudita; (ii) contratti per l’utilizzo di otto impianti in Sud America, Arabia Saudita, Kazakhstan, Algeria, Mauritania e Italia con una durata compresa tra due mesi e due anni.

Ordini acquisiti, Portafoglio ordini

Ordini acquisiti (€ milioni) 2010 2011 2012 Var. ass. Var. %
  12.935 12.505 13.391 886 7,1
Engineering & Construction Offshore   4.600 6.131 7.477 1.346 22,0
Engineering & Construction Onshore   7.744 5.006 3.972 (1.034) (20,7)
Perforazioni mare   326 780 1.025 245 31,4
Perforazioni terra   265 588 917 329 56,0
di cui:
- Eni   962 822 631 (191) (23,2)
- Terzi   11.973 11.683 12.760 1.077 9,2
di cui:
- Italia   825 1.116 485 (631) (56,5)
- Estero   12.110 11.389 12.906 1.517 13,3
Portafoglio ordini (€ milioni) Dic. 31, 2010 Dic. 31, 2011 Dic. 31, 2012 Var. ass. Var. %
  20.505 20.417 19.739 (678) (3,3)
Engineering & Construction Offshore   5.544 6.600 8.721 2.121 32,1
Engineering & Construction Onshore   10.543 9.604 6.701 (2.903) (30,2)
Perforazioni mare   3.354 3.301 3.238 (63) (1,9)
Perforazioni terra   1.064 912 1.079 167 18,3
di cui:
- Eni   3.349 2.883 2.526 (357) (12,4)
- Terzi   17.156 17.534 17.213 (321) (1,8)
di cui:
- Italia   1.310 1.816 1.719 (97) (5,3)
- Estero   19.195 18.601 18.020 (581) (3,1)

Torna Su

Eni S.p.a. - Sede legale
Piazzale Enrico Mattei, 1
00144 Roma

Sedi secondarie
Via Emilia, 1
e Piazza Ezio Vanoni, 1
20097 - San Donato Milanese (MI)

Partita IVA
n. 00905811006

Capitale sociale
€ 4.005.358.876,00 i.v.

C. F. e Registro Imprese di Roma
n. 00484960588

Missione
Siamo un’impresa integrata nell’energia, impegnata a crescere nell’attivita di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. Tutti gli uomini e le donne di eni hanno una passione per le sfide, il miglioramento continuo, l’eccellenza e attribuiscono un valore fondamentale alla persona, all’ambiente e all’integrità.